BENEVENTO – Un caso di probabile errore medico si è verificato presso l’Ospedale Rummo di Benevento. Un uomo di cinquant’anni è morto dopo aver aspettato per 4 giorni su una lettiga. La moglie si è rivolta al proprio avvocato per sporgere denuncia e  se sia stato fatto tutto il possibile per evitare la morte del marito.

Rosso Laudato, questo il nome del defunto, 57 anni, era dipendente della Provincia di Benevento. Giovedì scorso ha avvertito un malore nella sua abitazione in Casalduni, è svenuto in bagno ed è stato trasportato presso l’Ospedale Rummo, al pronto soccorso dove è rimasto per quattro giorni.

Quando la moglie, Stefania De Paola, il quarto giorno è andata a trovarlo, l’ha trovato morto. Precedentemente, non le era stata mai prospettata dai sanitari l’eventualità di un simile epilogo. Ora bisognerà valutare un’eventuale responsabilità dei medici.

Il marito è stato su una lettiga per giorni e giorni, secondo quanto la moglie ha riferito, senza coperta e senza pasti. Tant’è che la donna pare abbia dovuto provvedere di persona al suo nutrimento. Tutto ciò risulta verbalizzato nell’esposto redatto dalla Polizia presso l’Ospedale di Benevento.

Si tratta di una vicenda che desta sconforto ma anche stupore. Infatti rimanere per ben quattro giorni su una lettiga e poi morire da un momento all’altro, in circostanze e per motivi tuttora ignoti, è un fatto che non può che colpire nel profondo.

Ci auguriamo che gli organi preposti facciano luce quanto prima sull’accaduto.